NATHALIE NEVO

Dopo un lungo girovagare, Nathalie si stabilisce ad Arogno, villaggio che vede nascere i suoi tre figli e crescere la sua famiglia.

 

La sedentarietà e la conseguente introspezione le permettono di concretizzare l’arte della ceramica, arte imparata anni prima in California e in seguito a Firenze, approfondita e esplorata durante i suoi innumerevoli viaggi.

 

E’ ad Arogno che crea il suo atelier, ed é qui che si “rifugia” a creare e a trasmettere la sua passione alle allieve che frequentano i suoi corsi.

Fa ceramica perché semplicemente non può farne a meno. Le mani lavorano, la mente si calma, l’anima vola; i quattro elementi si uniscono per dar vita a creazioni sempre uniche e irripetibili.

 

Fedele alla sua natura e filosofia minimalista predilige la creazione di oggetti utili, che nella loro raffinata semplicità abbelliscono il quotidiano e trasmettono armonia. 



Immagina

Installazione di sfere in grès, tecnica mista 

(colombino, lastra, tornio, modellaggio), varie grandezze (da 25 a 10 cm di diametro). Varie piante grasse. Cippato di marmo