DINA MORETTI

Dopo gli studi Magistrali si è diplomata all’Accademia delle Belle Arti di Brera (Milano).



Impermanenza

tecnica mista su tela

222x207 cm

Questo lavoro si inserisce nella ricerca che sto svolgendo sulle memorie, sulle tracce che ancora ci “parlano”, ma soggette all’impermanenza in virtù della continua trasformazione della materia e delle forme che trova eco nella poesia di Gilberto Isella:

 

Ma tu cosa osservi mai?

La diroccata casupola del simbolo,

lo scilinguagnolo spremuto dal catasto

o le lame di quel cielo in aeternum biancastro?

Tu osservi la paralisi del mare, i punti a croce

nell’onda, la voce in viaggio di Ulisse

ancorata a un cocuzzolo di schiuma

Tu scruti con sgomento 

il trasalire della Cosa 

che appare, sfuma, si scuce

 

Gilberto Isella, da Arepo, Book Editore, 2018